Pilates e Stretching

PILATES

martedi e venerdi ore 13.00 – 14.00, lunedi e giovedi ore 19.00- 20.00, con ETRUSCA

Questa disciplina è indicata per chi vuole veramente migliorare la propria condizione psicofisica, con costanza e volontà. A questo fine, il numero massimo dei partecipanti al corso è limitato ad un numero di otto persone.

Chi conosce il nostro Centro sa bene che non siamo una palestra, noi ci occupiamo di benessere, e seguiamo un numero limitato di persone per seguire con la massima attenzione tutti i nostri allievi. Se è la qualità e la competenza quello che cerchi, hai trovato il posto che fa per te.

Il pilates non ha bisogno di presentazioni. Penso che però nonostante i suoi principi basilari ogni insegnante ci debba mettere il proprio contributo per aggiungere quel valore in più che spesso fa la differenza tra un corso di tendenza, dove tutto è standardizzato e commerciale ad un percorso vero e proprio di educazione al movimento”

Il Pilates porta a un miglioramento di tutti i gruppi muscolari e al miglioramento del sistema cardio-vascolare.

STRETCHING

lunedi ore 20.00 – 21.00 con FEDERICA

giovedi ore 20.00 – 21.00 con ETRUSCA

è una forma di ginnastica che ha come obbiettivo quello di migliorare la mobilità articolare ovvero di permettere l’esecuzione di movimenti – completi o parziali – con la massima ampiezza possibile. Lo stretching agisce sull’estensibilità di muscoli scheletrici, tendini e legamenti. L’estensibilità è una proprietà in base alla quale queste strutture anatomiche possono venire distese o allungate se sottoposte a stimoli adeguati. Stimolandole con regolarità e in maniera appropriata si possono ottenere benefici permanenti.

Lo stretching è adatto a tutti. Aiuta chi fa agonismo (a qualunque livello) a recuperare, a migliorare le prestazioni e a ridurre il rischio di infortuni. E aiuta chi non fa sport o ne fa poco a combattere gli effetti dell’inattività, particolarmente nociva a carico dell’apparato muscolare e legamentoso.

A breve termine, lo stretching è una «polizza di assicurazione» contro traumi e microtraumi. L’accentuata mobilità consente movimenti più ampi e quindi una migliore esecuzione del gesto atletico. Secondo molti studiosi nelle discipline di resistenza lo stretching, riducendo la «tensione muscolare», riduce anche il dispendio energetico.

A medio termine una pratica regolare migliora la circolazione sanguigna e quindi l’eliminazione delle scorie e la veicolazione dell’ossigeno.

A lungo termine combatte l’invecchiamento dell’apparato muscolare e di quello tendineo.

Mira alla tonificazione di tutti i gruppi muscolari e al miglioramento del sistema cardio-vascolare l’obiettivo di questo corso, che permette di ottenere l’incremento del tono e della definizione muscolare, aumentando anche la forza e la resistenza. L’unico scopo di modellare e definire quei gruppi muscolari sempre così critici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*